Themes Navi

Sep 28, 2017 - 34 minute read

Se incontri budda per strada uccidilo

Recensione del libro "Se incontri il Buddha per la strada uccidilo" Sheldon B. Kopp Astrolabio Ubaldini Editore, Roma Questo è il titolo, un po' provocatorio, di un libro molto interessante, scritto nel da Sheldon B. Kopp, psicoterapeuta di Washington. Uccidere il Buddha, quando lo si incontra, significa superare il mito del maestro, del guru, del sacerdote, del terapeuta; significa rinunciare al ruolo di discepolo, e assumerci la responsabilità di quello che facciamo, abbandonare l'idea che qualcun altro possa guidare le nostre scelte. In altre parole, finché si è legati alla figura dei genitori e alla loro autorità, non si è mai veramente adulti, liberi, responsabili e realizzati. Il guru o lo psicoterapeuta sono dei mezzi che aiutano a raggiungere se stessi, non sono il fine della nostra ricerca. Ucciderli significa riconoscere che sono strumenti di aiuto, compagni di strada che non vanno mitizzati. Essi sono figure umane importanti ma provvisorie, che ci accompagnano per un tratto della nostra vita. Nel libro di Kopp, chi soffre psicologicamente viene paragonato ad un pellegrino, che spesso ha confuso l'atto di imparare con la vera conoscenza, per cui si mette a cercare fuori di sé un maestro, un guru, uno psicanalista. Di questo il terapeuta deve essere consapevole. Il terapeuta è un osservatore ed un catalizzatore. Non ha alcun potere di guarire il paziente, ma solo quello di aiutare il paziente se incontri budda per strada uccidilo ritrovare le sue risorse.

Se incontri budda per strada uccidilo ordinarie illuminazioni quotidiane

Rilanciali se vuoi, ma non farti impressionare. Il terapeuta è un osservatore ed un catalizzatore. Email obbligatorio L'indirizzo non verrà pubblicato. Kopp mette poi in evidenza il fatto che, da sempre, gli uomini hanno compiuto pellegrinaggi per dare un significato alla loro vita, e che la metafora del viaggio del pellegrino: Una volta Stephen J. Stai commentando usando il tuo account Twitter. Per fortuna esiste anche un altro modo di vedere la questione senza aver niente a che fare con guru, e simili. Se incontri Buddha per la strada uccidilo. Grazie ancora, e arrivederci alla prossima finestra sul mondo che grazie a … al budda che è in noi? Il servizio è disponibile con i browser Chrome e Firefox su computer desktop e sul browser Chrome sugli smartphone Android. Kopp Astrolabio Ubaldini Editore, Roma Per ciascuno di noi quindi, l'unica speranza risiede nei propri sforzi per completare la propria storia, non nell'interpretazione di un altro.

Se incontri budda per strada uccidilo

Il monito del maestro zen "Se incontri il Buddha per la strada uccidilo!" insegna a non cercare la realtà in ciò che è esterno a noi. Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa distruggere la speranza che qualcuno all'infuori di noi possa essere il nostro padrone. Nessun uomo è più grande di un wulfram.coms: L’invito è quello di distruggere le proprie verità assolute e sperimentare in prima persona. Allora cammina con le tue gambe e se per strada incontri il Buddha, uccidilo! Pensa con la tua testa, ascolta il tuo cuore e prosegui sereno nel tuo cammino. Alla fine scoprirai che tutto è tuo maestro. Se incontri il Buddha per la strada uccidilo. Il pellegrinaggio del paziente nella psicoterapia è un libro di Sheldon B. Kopp pubblicato da Astrolabio Ubaldini nella collana Psiche e coscienza: acquista su IBS a . "Se incontri il Buddha per la strada uccidilo", ci fa entrare in quello strano paradosso per cui da un lato cerchiamo in un'autorità esterna (lo psicoterapeuta, il guru, il filosofo, ecc.) la via d'uscita ai nostri disagi esistenziali e alla nostra ricerca di senso nella vita;.

Se incontri budda per strada uccidilo
Incontri gay boario
Bakeka net incontri venezia
Frasi quando incontri una persona
Ttg incontri valtur
Revista do incontri a fano